Ultimo aggiornamento:
02.10.2018 14.48
 
   
 
 
9 dicembre 2004
 

Il Collie Bianco in Alaska

di  Henry H. Saylor

from Country Life in America, 1919 - Digitized by Coocle, Original from Princeton University. Courtesy of Hathi Trust

 

Quando  riceviamo una lettera molto interessante, il desiderio di pubblicarla è qualche volta troppo forte per poter resistere. Perciò riportiamo qui sotto la corrispondenza che ci ha inviato Mr. S. C. Radford, di Oshkosh - Wisconsin.

"La fotografia allegata ritrae il collie bianco che mandammo qualche tempo fa a Thomas Gordon, Point Barrow, Alaska. Questo posto è il punto più settentrionale del continente americano e Mr. Gordon, che ha in carico alcune mandrie governative di renne, cercava un cane che l’aiutasse ad occuparsi di questi animali.

I cani locali, Eskimo e Lapp, sono più o meno simili al lupo nel loro patrimonio genetico, per cui hanno una naturale tendenza ad uccidere la renna; essi non hanno alcun istinto per la pastorizia.

Il Sig. Gordon, che vive in Alaska da quando aveva sedici anni, essendo originario della Scozia, conosceva il lavoro prezioso del collie nell’occuparsi di qualunque specie di animale. Noi spedimmo il collie, che partì di qui a metà del mese di aprile, si imbarcò sulla lancia Bear del Capitano Cochran il 1° maggio 1916 da San Francisco ed arrivò a Point Barrow verso la metà di agosto. Lì il clima è così freddo che anche l'acqua salata gela, a parte un periodo di cinque o sei settimane a metà estate, cosicché le imbarcazioni e le lance possono viaggiare in questa regione solo per un periodo molto limitato.

Questo cane, comunque, arrivò sano e salvo, ed il nuovo proprietario mi disse che aveva cominciato ad aiutarlo a radunare le renne, fin dal momento del suo arrivo. Lì in questa stagione si fanno migrare al sud i nuovi nati, per cui  trovare sei o otto cani che aiutino in questo lavoro sarebbe molto importante.

Il collie bianco sembra essere particolarmente adatto per l’Alaska, per il semplice motivo che la maggior parte degli animali selvatici in inverno è di questo colore".

Può essere interessante anche conoscere il numero di collie bianchi che sono con l'Esercito e la Marina militare. Ce ne è uno sulla nave da guerra Wisconsin, uno con il Genio Militare degli Stati Uniti in Francia, ed uno è appena andato nei Signal Corps; un altro è in Fanteria, uno con la Divisione Rainbow ed uno in Cavalleria.

A titolo informativo può dirsi che originariamente il collie bianco era una casuale mutazione del collie fulvo. Gli allevatori, nel tentativo di produrre collari bianchi sempre più larghi, hanno ottenuto occasionalmente degli esemplari completamente bianchi. Questi cuccioli bianchi di cucciolate differenti sono stati incrociati tra loro. Oggi il collie bianco è una varietà standard e può essere registrata come tale nei libri genealogici del Kennel Club americano.

 
Rights Information. The digital images and OCR of this work were produced by Google, Inc. (indicated by a watermark on each page in the digital object). Google requests that the images and OCR not be re-hosted, redistributed or used commercially. The images are provided for educational, scholarly, non-commercial purposes.