Ultimo aggiornamento:
02.10.2018 14.48
 
   
 
 
8 maggio 2007
 
 

La Storia di Eric Mowbray Knight

di  Lucio Rocco

 

Probabilmente solo in pochi conoscono oggi il nome di Eric Mowbray Knight, eppure gli allevatori, i proprietari, tutti gli appassionati del collie, e la razza stessa,  debbono a lui più che a qualunque altro uomo.

Eric Mowbray Knight nacque il 10 aprile del 1897 a Menston, nello Yorkshire, Inghilterra. Suo Eric Mowbray Knightpadre, commerciante di diamanti, abbandonò la famiglia per trasferirsi in Sudafrica quando Eric era ancora piccolo. Sua madre si risposò con un americano e si trasferì negli Stati Uniti insieme al figlio quindicenne. Eric seguì gli studi alla scuola di Cambridge nel Massachusetts ed in seguito i corsi di disegno all'accademia nazionale di New York.

Dopo il matrimonio si stabilì, con sua moglie Jere, in Pennsylvania, dove però la coppia rimase per poco tempo, in quanto il lavoro di sceneggiatore di Eric ne richiedeva la presenza ad Hollywood. All’epoca avevano un cane che morì tragicamente in un incidente d’auto. Per consolare sua moglie, e come regalo di Natale, Eric acquistò un cucciolo di collie. Il piccolo, una femmina di color fulvo carbonato, fu chiamato Toots. Fu Toots a dare ad Eric l'ispirazione per il suo romanzo.

"Lassie Come-Home" (tradotto in Italia in "Torna a casa, Lassie") racconta lCopertina della prima edizione del romanzo "Lassie Come-Home"a storia di una famiglia inglese che, durante la grande depressione, è costretta dalle ristrettezze economiche a vendere il collie di famiglia, Lassie. Portato nella sua nuova casa, il cane scappa e dopo infinite peripezie ritorna dal suo amato padroncino. La storia fu dapprima pubblicata, il 17 dicembre 1938, dal Saturday Evening Post, sotto forma di novella. Due anni dopo invece fu pubblicato il romanzo, che divenne immediatamente un best seller e fu tradotto in seguito in oltre 25 lingue.

Nel 1941 la Metro Goldwyn Mayer decise di farne un film. Furono acquistati i diritti per 10.000 dollari. Un collie maschio, sabbia e bianco, di nome Pal, nato il 4 giugno1940 e proveniente dall’allevamento Glamis della California fu acquistato da Rudd Weatherwax, uno dei migliori addestratori di Hollywood. In realtà Pal era stato affidato a Weatherwax perchè i proprietari erano infastiditi dalle cattive abitudini del loro collie. I padroni di Pal, piuttosto che pagare l’addestramento, preferirono cedere il cane all’addestratore. Molti alla MGM avrebbero voluto come attore un cane da esposizione, ma durante i provini fu richiesto ai collies candidati di attraversare a nuoto un fiume in piena. I cani da esposizione giunsero sulla riva opposta quasi moribondi, ma quando toccò a Pal, e Rudd gli dette l’ordine di gettarsi in acqua, il cane nuotò disperatamente senza esitazione. Il direttore di scena commentò che in acqua era entrato Pal, ma sulla riva opposta era approdato Lassie.

Sotto la direzione di Fred M. Wilcox altre due stelle cominciarono a brillare con quel film nel firmamento di Hollywood: Roddy McDowall (scomparso nel 1998) ed Elizabeth Taylor.

Il film uscì nel 1943 e riscosse immediatamente i favori entusiasti di critica e pubblico: fu il Locandina del film "Torna a casa, Lassie"miglior film dell'anno. Per la MGM il collie di Knight era stato uno dei più colossali affari della sua storia.

Nel 1947 Lassie si trasferisce alla radio e nel 1954 alla televisione, dove il suo successo è continuato per 17 anni con una serie di oltre 600 telefilm, vincendo, nel 1954 e nel 1955, il premio per il migliore spettacolo per bambini.

Per la promozione pubblicitaria di Lassie furono prodotti nel corso degli anni un’infinità di oggetti legati all'immagine del collie. Molti di questi sono ormai pezzi da collezionisti, ma per molto tempo raccoglierli era diventata una mania nazionale.

A quel primo film ne sono seguiti altri dieci. L’ultimo, diretto da Charles Sturridge ed interpretato tra gli altri da Peter O'Toole, uscito a Natale 2005, è risultato vincitore del Grifone d’Oro nella sezione “Kids (6-9 anni)” al Giffoni Film Festival 2006, il festval del cinema per ragazzi.

Eric Knight scrisse parecchi altri romanzi: "The Happy Land", "Invitation To Life" e "The Flying Yorkshireman". L’ultimo "This Above All" era in testa alle classifiche di vendita quando Eric scomparve immaturamente.

Purtroppo Eric Knight non visse abbastanza per rendersi conto della leggenda che aveva creato. Nel 1942 visitò il set del film ed incontrò il Lassie attore, ma non riuscì a vedere il film finito.

Il 15 gennaio 1943 il Maggiore Eric Mowbray Knight precipitò, insieme ad altri 34 passeggeri, con un aereo militare nella giungla della Guaina olandese. Fu uno dei disastri dell'aria più gravi dell’aeronautica militare americana, le cui cause rimasero un mistero. Si parlò all’epoca di un volo segreto e di un aereo che trasportava ingenti somme di denaro e documenti riservati per il Generale Alexander. Fu ordinata un’inchiesta, ma i motivi del disastro rimangono tuttora sconosciuti, e tuttora vengono ricercati dalla nipote di Eric, Betsy Cowan.

Il nome di Lassie riporta alla memoria dell’infanzia il cuore e la mente di quelle persone che cominciavano a guardare la televisione negli anni '50 e '60. Alcuni di quei bambini sono poi diventati proprietari o allevatori di collies.

Lassie deve il suo successo al fatto di rappresentare i tradizionali valori americani della famiglia, della casa, del coraggio, della lealtà, dell'onestà e della fedeltà. Sono valori universali che ogni uomo si porta dentro, e questo spiega il successo della storia oltre il tempo e lo spazio. Nel periodo in cui il film uscì le avventure di questo cane, che affronta mille sacrifici pur di tornare a casa, rappresentavano i sacrifici dei figli dell’America che combattevano lontano dalla patria in difesa della libertà e della giustizia.