Ultimo aggiornamento:
02.10.2018 14.48
 
   
 
 
12 gennaio 2008
 

Dog Terapy in Israele ... Intervista a Myrna Shiboleth

a cura di  Cecilia Luisa Esposito

 

Nelle mie peregrinazioni sul web ho conosciuto tante persone speciali. Una di queste è Myrna Shiboleth, allevatrice di collies smooth e rough in Israele l'affisso Netiv HaAyit.
I collies di Myrna sono straordinari cani da lavoro, che assistono persone con problemi di autismo, epilessia, Alzheimer. Myrna collabora attivamente con Yariv Ben-Yosef, assistente sociale e terapista, direttore del service & therapy dog Center, che ha sviluppato innovative tecniche per addestrare i cani ad aiutare pazienti con questi problemi. Ad esempio i collie di Myrna imparano a riportare a casa malati di Alzheimer colti da crisi di orientamento.

Come è iniziata la tua passione per collies?

Sono appassionata di collies da quando, da bambina sono stata in grado di leggere "Lassie Come Home" e i meravigliosi libri di Albert Payson Terhune. Da allora in poi, ho sempre voluto avere Collies. I miei genitori non erano grandi amanti dei cani e non era possibile avere cani in casa, ma non appena ho lasciato la loro casa, il primo cane che ho preso con me é stato un collie. Era un cane abbandonato che ho preso in un rifugio, ed è stato un cane meraviglioso ed un grande amico. Da allora ho sempre avuto Collies.

Nella selezione utilizzi anche il tipo americano?

Visto che sono cresciuta negli Stati Uniti, i miei primi cani erano Collies americani. Quando mi sono trasferita in Israele ho visto i collies inglesi che erano stati importati qui e ho avuto anche la possibilità di viaggiare in Inghilterra e di incontrare alcuni di quei grandi allevatori; ho visto alcune caratteristiche che mi piacevano molto. Questo avveniva nei primi anni '70; mi piacevano molto la testa e l'espressione dei cani inglesi. Sentivo che il collie ideale sarebbe stato un miscuglio delle caratteristiche migliori di entrambe le linee ed è quello che ho cercato di fare da allora. Purtroppo, nel corso degli anni, le differenze tra il Collie americano ed europeo sono diventate molto più pronunciate. Sono molto delusa per quanto è successo a gran parte della selezione europea; i collies europei hanno perso, in molti casi, la bella testa corretta e l'espressione che ho amato quando ho iniziato, e ora siamo pieni di teste corte, con troppo stop, cranio ampio ed orecchie pesanti, occhi piccoli, bocche carenti nella mascella inferiore. I cani sono diventati bassi, col collo corto, linee superiori cedenti, code allegre, cattivo movimento; molti cani hanno il grave difetto del vaccinismo, e un mantello troppo povero di consistenza. Gli allevatori oggi sembrano aver dimenticato quello che il collie è stato in passato ed hanno creato un cane completamente diverso. Questo non vuol dire che ci sono solo collies sbagliati in Europa, ci sono infatti alcuni allevatori che producono bei cani, ma purtroppo essi sono l'eccezione. Per quanto riguarda i cani americani, trovo che la tendenza è rivolta verso un tipo più moderato che non è così diverso, come invece era prima, dal tipo europeo; la maggior parte dei collies americani non sono così grandi ora, l'altezza massima è normalmente al limite minimo dello standard e non a quello massimo, le teste sono più raffinate, ed hanno colli meravigliosi, buona lunghezza del corpo, movimento eccellente. Quello che ho notato è che difettano invece di una buona angolazione posteriore e di stop.

Come si differenziano a tuo parere, i collies europei e americani?

Nel temperamento. Nel complesso i cani americani sono di gran lunga superiori, in quanto vi è un interesse molto più grande nel fare gare di lavoro da loro. I collie europei sono raramente presenti nelle competizioni sportive, e quelli che fanno competizioni spesso sono solo animali da compagnia. Per me, un collie è prima di tutto un cane felice, attivo, aperto, che ama imparare e piacere al suo padrone, e vuole andare con lui dappertutto, fare di tutto e incontrare tutti. Cani passivi che vogliono solo fare un giro dell'isolato e dormire, e che è difficile stimolare anche solo per fare un giro decente nel ring di un'esposizione, non sono collies per me!

Quali sono le caratteristiche che ti fanno appezzare particolarmente il collie come cane da lavoro? E quali obiettivi ti poni nel tuo allevamento per quanto riguarda l'aspetto psico-fisico dei tuoi cani?

Come per chi crea un allevamento di collies da lavoro, cosa peraltro davvero molto difficile, produrre cani da terapy è uno dei compiti più ardui, a causa delle difficoltà che incontra il cane. Il temperamento e la stabilità psicologica del cane sono della massima importanza. Un cane senza il temperamento del vero collie, senza il suo desiderio di imparare, di stare insieme e di aiutare le persone, senza la capacità di resistere allo stress continuando a fare il suo lavoro, è inutile come cane da assistenza. Questi cani fanno anche un lavoro molto duro dal punto di vista fisico, dovendo stare con il loro compagno tutto il tempo, andare con lui ovunque e restare vigili e pronti a lavorare ogni volta che i loro proprietari sono attivi. Questo richiede un cane sano e in grado di lavorare senza alcuna limitazione fisica.

Perché pensi che in molti paesi europei, compresa l'Italia, il collie è considerato solo un cane da show?

In Europa, per lungo tempo, il collie non è stato usato per il lavoro, così è diventato un bell'animale da compagnia. Ho anche visitato molti allevatori in Europa ed ho visto che i loro cani vivono nelle città, dove sono tenuti in piccole case con un minuscolo cortile, il loro esercizio è solo di pochi passi al giorno. Per adattarsi a questo stile di vita, un cane deve essere silenzioso e passivo, non attivo ed esuberante. Così la selezione dell'allevamento ha spesso, anche senza volerlo, favorito i cani che non hanno un temperamento da lavoro. Negli Stati Uniti, gli sport cinofili, l'herding e tutti i tipi di attività di questo tipo sono sempre stati popolari e molti allevatori continuano a lavorare con i loro cani nei vari sport, così i collies non sono solo cani da show. Mi auguro che con la crescente popolarità degli sport cinofili in Europa, cominceremo a vedere collies che ancora una volta dimostrino la loro abilità come cani da lavoro.

Che cosa si può fare per cambiare questa mentalità?

L'unico modo per cambiare questa mentalità è che le persone amanti del collie inizino a fare di più con i loro cani, partecipando a tutti i tipi di attività, e che gli allevatori selezionino nei loro allevamenti cani con il carattere giusto. Più la gente vede collies fare varie attività, tanto più inizierà a pensare a loro come cani multifunzioni e non solo come cani da bellezza.

Descrivi il tuo collie ideale.

Il mio collie ideale è elegante ed affascinante, il tipo di cane che ti fa fermare a riprendere fiato a causa della sua maestosa bellezza. E' un cane che si muove senza sforzo ed è in grado di fare tutto con me; questo significa correre con il mio cavallo quando sono a cavallo, giocare con i bambini, esibirsi nello sport o nella conduzione delle pecore, senza stancarsi. Il mantello si adatta al cane ed è costituito da una trama che protegge completamente il cane da tutte le condizioni atmosferiche; il cane con un manto perfetto può essere gettato in un lago e uscirne completamente asciutto sotto, poiché il sottopelo lo protegge completamente. E una volta scrollato ed asciutto, torna bello come appena toelettato. Io voglio una testa elegante e di buona lunghezza, con una giusta proporzione ed espressione, belle orecchie ed occhi espressivi della giusta dimensione; un elegante collo lungo e buona lunghezza del corpo sono essenziali per l'aspetto elegante e la funzionalità del cane, come le angolazioni corrette ed i bei piedi stretti. Tutto corredato da un ricco manto di un bel colore definito.
E il temperamento? Un cane che dice: "Ehi guardami, sono fantastico, e voglio essere tuo amico!"
Questo è il mio collie ideale.

Puoi dare un piccolo consiglio a coloro che cercano un collie di lavoro?

Per coloro che sono alla ricerca di un collie da lavoro è estremamente importante rivolgersi a linee di sangue che si sono già affermate come produttrici di cani da lavoro. E' molto improbabile trovare un cane davvero buono per il lavoro da linee che sono state per anni utilizzate solo per le esposizioni o per compagnia. Ho passato una grande quantità di tempo a cercare di trovare linee di sangue corrette da utilizzare come base per l'allevamento di cani da lavoro, e non era così facile trovare i cani giusti, ma ora stiamo vedendo i risultati e sono estremamente soddisfatta.

Come scegliete tra i vostri cani, quelli che poi diventano i cani da assistenza? Che cosa vi interessa di più nella scelta di questi soggetti?

Scegliere un cucciolo per farne un cane da assistenza significa guardare i cuccioli mentre si sviluppano, osservarne le interazioni, il comportamento in un'ampia serie di circostanze; studiare il loro modo di reagire alle persone e badare che abbiano tanta voglia di stare con la gente; controllare la capacità di lavorare quando sono sotto pressione o in situazioni di stress. Ricerchiamo anche una differenza di temperamento per i diversi compiti. Per esempio, un cane che deve assistere un malato di Alzheimer deve avere un temperamento molto forte e la capacità di prendere l'iniziativa, quando necessario, mentre un cane per un malato di epilessia può avere un temperamento molto più morbido, ma deve avere un legame molto stretto con il suo partner umano.
Imparo sempre di più sui cani e sui Collies attraverso il mio lavoro con loro e con la mia selezione di cuccioli per l'addestramento. Trovo tutta la materia assolutamente affascinante, e so che non ne saprò mai abbastanza!

Usi particolari linee di sangue?

Sì, facciamo uso di particolari linee di sangue che abbiamo selezionato, dopo tanta ricerca, tentativi ed errori, e sono molto contenta di quello che abbiamo adesso.

A che età i cuccioli possono lasciare l'allevamento? Yariv si occupa di loro?

I cuccioli di solito lasciano l'allevamento a circa due mesi di età e per andare sia in famiglie affidatarie, sia in famiglie che vivranno con loro. Il loro addestramento inizia immediatamente, con Yariv che visita tutti nelle loro case, lavorando con loro, insegnando alle famiglie e ai singoli come lavorare con i cani. Per il miglior successo con i cani da assistenza, è molto importante cominciare ad imparare gli schemi di comportamento a partire da un'età molto giovane, in modo che siano completamente affidabili.

Il tuo allevamento si occupa sia di smooths che di roughs: trovi che le differenze tra I due tipi, se ci sono, sono più pronunciate oggi rispetto a prima?

Ci sono differenze tra smooths e roughs. I primi hanno un temperamento più forte e sono maggiormente in grado di resistere alla pressione ed allo stress, e sono più in grado di prendere il controllo della situazione, se necessario. Il rough ha temperamento più morbido e dolce, quindi sono molto adatti per lavorare con gli epilettici o con alcuni tipi di autismo, in quanto sono molto dolci, morbidi ed amorevoli. Ciò che è interessante, facendo cucciolate miste tra roughs e smooths, è che gli smooths tendono ad ereditare il temperamento smooth e i roughs ereditano il temperamento rough.

Hai una preferenza tra le due varietà?

Amo entrambe le varietà e non ho una particolare preferenza, ogni varietà si rende utile per uno scopo, anche se devo ammettere che, invecchiando, la cura degli smooths risulta molto più agevole!

 

Per chi fosse interessato a saperne di più su Myrna Shiboleth e sui suoi cani, c'é un libro pubblicato negli Stati Uniti e disponibile in Internet su Amazon.com, dal titolo "Tails of Shaar Hagai".

In questo libro Myrna ci narra dello straordinario viaggio che é stato la sua vita, dall'emigrazione dagli Stati Uniti al suo stabilirsi da pioniere in Israele, alla sua passione per i cani e per le razze che ama, il Collie ed il Canaan Dog.

Attraverso episodi a volte divertenti ed a volte commoventi, Myrna ci fa comprendere la fatica di mettere su una casa normale, abbandonando il bunker di cemento, e di riconquistarsi il diritto ad avere una vita normale insieme alla sua famiglia, ai suoi amici e ad una grande e variegata compagnia di amici di pelo e di penna.