Ultimo aggiornamento:
02.10.2018 14.48
 
   
 
 
2 aprile 2009
ENGLISH
 

Scegliere lo Stallone

di  Angela Harvey

 

Questo articolo è destinato ai principianti seri.

Quando cominciamo a selezionare, presto ci rendiamo conto che vi è uno standard scritto di razza per ogni razza riconosciuta: esso rappresenta il modello del cane perfetto.

Il novizio trova molto difficile distinguere tra un buon collie ed un cattivo collie rispetto allo standard di razza ed effettivamente, in una certa misura, lo standard è aperto all'interpretazione personale. A causa di ciò ci sono tipi differenti in ogni razza e possono occorrere molti anni prima che uno sia capace di prendere una decisione finale circa le proprie preferenze personali.

Quando è iniziato il mio interesse per questa razza le circostanze mi hanno impedito di avere un mio maschio ma, nonostante la delusione, questo fatto a lungo andare si è rivelato vantaggioso. Mi sento di raccomandare fortemente al novizio di assistere a quante più esposizioni possibili, con l’intento di sviluppare l’occhio per la razza, prima di avvicinarsi, alla fine, a quell’allevatore che é conosciuto perché produce il tipo di collie che, secondo il suo parere, è il più vicino allo standard della razza.

Ricordate, non tutti i cani che vincono saranno fedeli all’ideale che vi siete costruito nella vostra testa. Ciò accade perché i Giudici ed i principianti hanno, allo stesso modo, una forte preferenza per i diversi tipi. Qualcuno può sorvolare su qualche difetto di costruzione, ma non può tollerare un leggero difetto della testa; altri preferiscono il movimento e la struttura e passeranno sopra a leggeri difetti del capo. Ed ancora, qualcuno preferisce un modello di testa più corta, altri interpretano lo standard come una esigenza di un tipo di testa più lunga con maggiore esilità del cranio e delle guancie.

Un libro eccellente da comprare, ed è mia opinione che sia di enorme valore nella interpretazione approfondita dello standard della razza, è scritto da una esperta svedese della nostra razza, Mia Ejerstad, ed e semplicemente intitolato “The Collie Standard”. Credo che nessun serio allevatore di collie possa fare a meno di avere questo libro nella sua biblioteca.

Nell’allevamento la cosa più pericolosa per ogni allevatore è la cecità.

Come si può sperare di migliorare il proprio lavoro senza prima accettare questa seguente semplice verità: il collie perfetto non è ancora nato. Sì, non importa se ciascun collie ha una certa parte del corpo o altri caratteri che possono ancora essere migliorati. Studiate i vostri animali con onestà. Ai nuovi arrivati si raccomanda spesso di avvicinarsi ad un allevatore di fama per avere aiuto nella scelta del maschio per la sua potenziale fattrice ed in parte questo è un consiglio eccellente, ma, in ogni caso, io andrei un punto più avanti. Come precedentemente detto, gli allevatori differiscono profondamente circa l'interpretazione personale dello standard. Chiedetevi allora se l’allevatore cui volete avvicinarvi per consiglio produce costantemente il tipo di collie che sta cominciando ad essere la vostra interpretazione dello standard della razza. Se la risposta è sì, allora andate avanti e chiedete consiglio a questo allevatore.

Guardate la vostra potenziale fattrice onestamente e confrontatela con lo standard. Chiedete l'opinione di parecchi rispettabili allevatori: quali sono le sue principali qualità e in cosa potrebbe essere migliorata? Le opinioni sono concordi? Se i giudizi sono in sintonia con le vostre idee, allora è più facile che riusciate a portare avanti i vostri valori ed i vostri ideali.

Per esempio, quando negli anni settanta feci le mie prime esperienze con la razza, ero appena in grado di cogliere la differenza fra un tipo ed un altro. Sapevo distinguere fra un cane equilibrato dai lineamenti eleganti ed uno sbilanciato e mal costruito, ed ero in grado di riconoscere un movimento che non richiede sforzo. Così, ho scelto cani con queste qualità. A quei tempi pensavo che più pesante fosse l’ossatura e più grande la sostanza, migliore fosse il cane. Questo non è più il mio parere, l'esperienza ha mutato la mia opinione iniziale sulla struttura. Anche se ancora tengo in grande considerazione l'eleganza, la costruzione ed il movimento, ora cerco un animale raffinato. Secondo me, il cane con troppa ossatura e sostanza facilmente non è in grado di fare il lavoro per il quale in origine era stato creato, ed il mio parere nasce dalle mie osservazioni durante trent'anni. Il collie è allevato per la resistenza piuttosto che per la velocità, ma deve anche essere capace di saltare sopra ruscelli ed alberi caduti; il lavoro sulla collina è estremamente faticoso per cani ed uomini. Troppa sostanza ed ossatura sarebbero ingombranti sia per il pastore che per il suo cane. Poiché lo standard richiede una testa che non sia troppo voluminosa, sproporzionata al corpo o eccessivamente profonda, la mia preferenza va ad una testa elegante e raffinata.

L'importanza di tutto questo diventa evidente quando ci si rende conto che le raccomandazioni di ogni allevatore saranno basate naturalmente sui propri ideali nell'interpretazione dello standard. Così in primo luogo dovrete stabilire con quali difetti potete “convivere” in contrasto con quelli che non potete avere ed anche le qualità della razza che desiderate soprattutto nei futuri prodotti del vostro allevamento.

Ci sono sempre stati i maschi famosi, maschi del giorno o maschi del secolo. La verità è che questi maschi potrebbero non andar bene per la vostra femmina. Ricordatevi che questi hanno probabilmente coperto un numero ben più grande di femmine delle loro controparti meno popolari, ma per ogni grande vincitore vi saranno parecchi miseri fallimenti. Guardate le femmine che hanno prodotto con lui la discendenza meglio riuscita: la vostra femmina possiede le loro stesse qualità? È simile nel tipo? Ha la stessa linea di sangue? Eccelle laddove lui é manchevole o viceversa? Se la risposta è sì, la vostra femmina può produrre cucciolate eccezionali da aggiungere al suo curriculum.

Non abbiate paura di guardarvi intorno e di essere diversi. Seguite il vostro cuore, ma anche la vostra testa.

A volte un cane che non ammirate sarà la scelta giusta per la vostra femmina. I proprietari di uno stallone spesso sono rimasti sorpresi quando hanno perduto in esposizione con un Giudice che poi ha usato con successo lo stesso cane. Uno stallone molto famoso del passato è stato descritto come insignificante ed effettivamente non era un grande cane da esposizione, ma la sua capacità di generare cuccioli di qualità ha fatto raggiungere alla razza straordinari traguardi negli anni settanta. Questo grande stallone non sarebbe forse mai stato scoperto senza l’intuizione di un paio di saggi allevatori che erano pronti a fare qualcosa di diverso!

Se la vostra femmina ha una testa più profonda e più corta di ciò che voi ritenete corretto e se lo stallone del momento sembra essere esso stesso del medesimo tipo, cercate un cane con una testa più lunga e raffinata. Se la vostra femmina ha la testa che desiderate, ma vorreste più collo per aggiungere eleganza, scegliete un cane che eccelle in questo carattere. A condizione che la sua testa e le altre qualità non siano troppo lontane dal vostro ideale, non andrete male.

Se siete un allevatore serio, con un veemente desiderio di produrre qualcosa di riconoscibile, dovete studiare le strade che le combinazioni tra determinate linee di sangue sviluppano, e questa è una forma di arte che richiede anni di studio.

Ricordate che noi siamo i custodi della nostra razza ed è nostra responsabilità mantenerci leali allo scopo originale, in modo da studiare, osservare, imparare ed esercitare la conoscenza.

Buona fortuna!