Ultimo aggiornamento:
02.10.2018 14.48
 
   
 
 
5 giugno 2011
 

Oltre l'Estetica: L'importanza del Lavoro nella Selezione in Finlandia

di  Johanna Ruottinen

Presentazione di Cecilia Luisa Esposito

 

Ho sempre avuto una certa avversione verso i social network, ma col tempo ho imparato, mio malgrado, ad apprezzarli perché mi permettono di incontrare amanti del collie di tutto il mondo. Così, tramite questi confronti e scambi di culture, ho finito per sentirmi sempre più vicina alla mentalità nordica, della quale apprezzo la passione per un collie genuino, caratterialmente e fisicamente autentico. Johanna Ruottinen è titolare in Finlandia dell'allevamento Irokon, ed a soli 28 anni ha già tanto da insegnare. Lascio quindi la parola a lei, perché ci porti nel suo mondo di allevatrice/dog trainer e  ci spieghi l'uso del MENTAL TEST. Grazie di cuore Johanna!

 

La mia famiglia ha avuto collie fin dal 1987. Abbiamo allevato 9 cucciolate finora, la prima è nata nel 1989. E' stata mia madre Eija ad iniziare l'allevamento quando io ero ancora una bambina, così le prime due cucciolate sono nate sotto il suo nome.

Da sempre ho sognato di avere un allevamento di collie tutto mio, ho iniziato a frequentare le esposizioni di bellezza assieme ai miei genitori ed ho imparato a leggere un pedigree prima dei 10 anni. Si può dire quindi che sono cresciuta con questa razza e che essa è ormai parte di me.

Anche se in seguito ho corretto il percorso della mia attività cinofila, le esposizioni sono state il mio primo impegno con i collie, e sono servite a farmi capire cosa vuol dire collie "TIPICO", costruito perfettamente. Oggi invece  la capacità di lavoro è diventata l'obiettivo principale del mio allevamento.

Ho cominciato, ancora adolescente, ad allenarmi con i nostri cani e questo interesse è divenuto via via più forte man mano che imparavo e miglioravo come trainer. Credo fermamente che lo standard descriva un collie agile ed elegante, un cane che sia leggero in movimento ed idealmente costruito per il lavoro, e questo naturalmente significa allevare cani che siano mentalmente e fisicamente fatti per lavorare. La mia prima cucciolata ufficiale è nata nel '99 e da allora abbiamo allevato 7 cucciolate.

Dopo un po' mia madre ha lasciato l'allevamento completamente a me, ma é rimasta proprietaria di due dei nostri 9 collie. Da quasi 3 anni mi sono trasferita nella mia nuova casa da un appartamento in città. Così ora ho finalmente la possibilità di allevare più intensamente, nel senso che oggi posso tirar su 1-2 cucciolate ogni anno, se tutto va bene.

I nostri collie prima erano solo cani da show, ed ancor oggi io frequento le esposizioni, ma ora dedico sempre più tempo all'addestramento per le prove. Avevo iniziato ad allenarmi ed a competere in OBEDIENCE già da adolescente, ma recentemente ho spostato quasi tutto il mio interesse sul WORKING TRIALS, che é uno sport impegnativo (soprattutto se si hanno molti cani da preparare) per cui non ho il tempo di fare altro. Io penso che le prove di lavoro diano le indicazioni più complete sulle capacità mentali e fisiche dei cani.

Le nostre prove di lavoro comprendono 3 fasi:

1) l'obbedienza, che è la stessa in European Schh/trial VPG;

2) la ricerca di oggetti (da 1 a 3) nascosti su un campo di 50x50 m, a seconda della classe;

3) la ricerca di persone (3 figuranti nascosti) o la prova di traccia in ambiente forestale.

Il cane deve conseguire almeno il 70% del punteggio massimo di ogni fase per ottenere il risultato "approvato" ed i titoli HK1/2/3 in ricerca, o JK1/2/3 in traccia. I numeri 1-3 indicano la classe, essendo 3 la più alta. Mentre la parte di obbedienza rimane quasi la stessa in ogni classe, il lavoro sul campo si fa più esigente, con zone di ricerca sempre più vaste e tracce sempre più lunghe e complicate.

Questo accade qui in Finlandia, altri paesi hanno naturalmente regolamenti e prove differenti.

Nel nostro paese il Mental Test é discriminante per conseguire il titolo di CAMPIONE. Il cane deve aver superato la prova del MENTAL TEST oppure avere superato una prova di lavoro nel WORKING TRIALS.

Se non ci si vuole allenare per ottenere il risultato in lavoro, é sufficiente che il cane superi il MENTAL TEST. Se non superasse questa prova avrebbe ancora la possibilità di dimostrare le sue capacità attraverso il lungo percorso dell'addestramento.

Io ritengo che sia bene testare le capacità di lavoro di un collie prima che consegua il titolo di CAMPIONE. Queste prove danno molte informazioni agli allevatori sul temperamento del cane, ed io penso che solo così si può riuscire a conservare il collie come razza da lavoro, sia mentalmente che fisicamente. E' triste vedere, come avviene in molti paesi, la razza ridotta ad un goffo sacco di patate ricoperto di peli e con enormi problemi di comportamento.

In realtà io credo che il MENTAL TEST possa essere fuorviante e che le vere capacità di lavoro possano essere valutate solo attraverso l'addestramento ed il lavoro sul campo, oltre che con la conoscenza del cane e con l'obiettiva valutazione delle sue qualità mentali. Questo non richiede alcuna forma di test, ma piuttosto la nostra capacità di saper valutare le qualità della razza a livello di temperamento e fisico. So di molti appassionati allevatori in Finlandia, ma anche in altri paesi, che hanno allevato con successo senza eseguire alcun test, ma solo osservando i loro cani e sapendo ciò che si vuole da essi.

Il BH (Begleit Hund) test è obbligatorio in Finlandia per tutti quei cani che vogliono intraprendere una carriera di lavoro; é inteso come una sorta di valutazione di carattere preliminare.

Consiste in due parti:

1) l'obbedienza, che è una versione ridotta della prova che si tiene nel WORKING TRIALS (senza palizzata e salto da 1 metro, senza il riporto, senza invio in avanti e terra nel quadrato);

2) una prova di comportamento in ambiente cittadino, che comprende l'estraneo che si avvicina e manipola il cane, il passaggio tra gruppi di persone, la persona che passa in bicicletta, l'incontro con un altro cane, forti rumori in un parcheggio o posto affollato, l'attesa fuori a guinzaglio mentre il proprietario fa "shopping", e generalmente un giro a piedi incontrando e parlando con la gente. In tutte queste situazioni il cane non deve diventare nervoso, non deve essere aggressivo o mostrarsi spaventato.

Il Luonnetesti (prova di carattere) è il più duro. Vi è una maggiore pressione sui nervi, viene valutata la capacità di recuperare dallo stress ed il modo in cui il cane reagisce ad una minaccia diretta. E' destinato a cani adulti, età minima 2 anni.

Il MH (Mentalbeskrivning Hund) è invece un test più soft, pensato per cani giovani di circa 1-2 anni di età. Il cane ha più tempo per riprendersi dalla parte precedente del test, e non è mai costretto ad affrontare qualcosa che non vuole affrontare. Inoltre, qui si dà più enfasi al lavoro di squadra, all'istinto predatorio, alla giocosità che è fondamentale per l'addestramento. Inoltre vengono sparati 4 colpi di pistola (2 mentre il cane gioca, 2 mentre è passivo), mentre nel LT ci sono solo due colpi quando il cane è passivo.

Io preferisco il test MH per la sicurezza con l'arma da fuoco e la valutazione del predatorio, anche se ritengo che LT sia più informativo circa la buona stabilità mentale che dovrebbe essere la cosa più importante nel temperamento di ogni cane.

Il MENTAL TEST è dunque un ottimo strumento, se utilizzato in maniera giusta. Certo, non dice mai tutta la verità su un cane, ma esso, insieme allo studio del pedigree dei cani esaminati, ci fornisce ottime informazioni sui punti forti e sui punti deboli di una certa linea, e ci fa conoscere gli eventuali fattori di rischio.

Personalmente preferisco vedere il cane al lavoro e poi dare il mio giudizio, ma spesso lo studio del mental test, dà ugualmente un eccellente quadro.

Quando si cerca un cucciolo è importante essere onesti con se stessi e concentrarsi su ciò che si vuole davvero. A volte é necessario contattare allevatori diversi, discutere con loro, osservare i loro cani in mostre o prove di lavoro. Siate onesti ed aspettatevi onestà in cambio, non lasciatevi abbagliare dai titoli.

 Prima di tutto, scegliete l'allevatore di cui pensate ci si possa fidare. Poi scegliete la cucciolata il cui pedigree vi ispira di più. Per finire, date fiducia a voi stessi per scegliere il vostro cucciolo.