Ultimo aggiornamento:
02.10.2018 14.48
 
   
 
 
30 novembre 2012
ENGLISH
 

seminario sullo standard di razza del rough collie

di  Angela Harvey

Seminario tenuto a Zurigo in occasione dei 110 anni del Collie Club Svizzero

 

La cosa più importante di cui tener conto, quando si discute di standard, è l'origine della razza, così il Collie è stato selezionato per pascolare la scontrosa pecora dalla faccia nera che vagabondava sugli altopiani delle isole britanniche, in particolare nelle regioni montuose della Scozia, nelle brughiere e su per le colline delle contee di confine. Le condizioni atmosferiche in queste regioni sono imprevedibili e notoriamente mutevoli. Poteva accadere che il Collie rimanesse per mesi da solo insieme al suo compagno umano, sorvegliando e pascolando il gregge, e poteva accadere che dovesse decidere da solo cosa fare. Poteva avere la necessità di essere delicato ed insieme determinato e svelto di ingegno. Doveva avere forza e capacità di adattamento, poiché poteva essergli  richiesto di lavorare per lunghe ore con qualunque tempo, e per far questo doveva essere costruito in maniera perfetta.

Il Rough Collie è stato progettato per lavorare con ovini e bovini, usando per il loro controllo il suo corpo  invece del suo 'occhio', come è invece tipico del Border Collie. Sui fradici altopiani della Scozia e sulle aspre brughiere dell'Inghilterra Settentrionale, questo tipo di 'controllo del corpo' era di grande utilità, e così il Rough Collie è stato selezionato con il lungo collo arcuato ed il suo movimento tipico. Egli non si abbassa quando si muove, tiene la testa ben alta in cima al lungo collo arcuato, mantenendo costante il livello della sua linea dorsale mentre si muove con scioltezza e senza sforzo, in grado di cambiare direzione con facilità e velocità. Quando dico che il cane usa il suo corpo per controllare le pecore, mi riferisco all'uso della sua spalla per guidare fisicamente il gregge.

Dalla sua introduzione lo standard di razza è cambiato molto poco nel corso degli anni, per quanto il Rough Collie stesso sia cambiato in molti Paesi, tanto da essere quasi irriconoscibile. E’ dovere degli allevatori e dei Giudici individuare questi cambiamenti e restituire la razza al tipo originale. La moda cambia, ma la razza dovrebbe rimanere stabile. Dobbiamo prestare grande attenzione alle parole sacrosante scritte nello standard di razza e dovremmo giudicare i cani che abbiamo davanti rispetto a questo standard, mantenendo la nostra lealtà alla razza. Questo atteggiamento richiede coraggio. Non esiste o non dovrebbe esistere qualcosa come il 'tipo americano' o il 'tipo inglese', abbiamo bisogno di giudicare tutti i Collie attraverso l'originale standard di razza del Regno Unito, anche se, in verità, lo standard americano è molto più descrittivo. Dobbiamo giudicare secondo questo standard e premiare i cani che meglio si adattano ad esso. Ci sono collie tipici e ci sono collie non tipici. I Collie tipici sono conformi al tipo indipendentemente dal luogo in cui sono stati allevati!

Aspetto generale

L'aspetto generale è ciò che distingue il Rough Collie da altre razze da pastore, ossia è ciò che determina il tipo di razza; tutto ciò che costituisce la 'prima impressione'.

La prima caratteristica veramente importante è la 'impassibile dignità' e noi dobbiamo studiare e comprendere perfettamente ciò che essa comporta. Avere dignità significa che il cane deve avere nobiltà e importanza, deve mostrare di 'dominare il terreno su cui posa i piedi'. Avere impassibile dignità significa avere un aria tranquilla di superiorità, una serena dignità che impregna tutte le fattezze. Il cane deve essere assolutamente equilibrato, ogni parte deve armonizzare con le altre, deve dare l'impressione di essere capace di lavorare con le sue pecore sugli altopiani, nelle brulle brughiere scozzesi e nelle regioni di confine del nord dell'Inghilterra. E' bene anche leggere le versioni precedenti dello standard di razza, in quanto ciò può allargare la nostra comprensione.

Lo standard di razza del 1969, parlando di aspetto generale, iniziava con le parole 'Il collie deve immediatamente apparire come un cane di grande bellezza' e noi dobbiamo ricordare queste parole, anche se il Kennel Club ha deciso di rimuovere questa parte dello standard perché temeva che desse un'impressione di parzialità nei confronti di altre razze!

Ho sempre immaginato il Rough Collie in piedi sulla cima di uno sperone roccioso, proiettato contro lo sfondo di porpora della brughiera e le nebbie di montagna. La testa orgogliosamente portata, le orecchie in attenzione, con un'aria di selvaggia bellezza ed impassibile dignità. Un cane dall’aspetto imponente e forte, ma la cui anima gentile può catturare lo spirito dell'uomo e domare il cuore della coriacea pecora dalla faccia nera. Re di tutto ciò che osserva.

Questo è ciò che dovrebbe apparire nella nostra mente, quando i nostri occhi fisici incontrano un grande esemplare di Collie!

Caratteristiche

Questa parte dello standard mette in risalto la capacità di lavoro; dovremmo ricercare il cane che si mostra attivo e forte. Ricordiamo che esso fu originariamente allevato per controllare le pecore con l'uso della forza del suo corpo. Il collie ha bisogno di solidità, equilibrio e dimensioni sufficienti per consentirgli di controllare il gregge con questo sistema. Non ci dovrebbe essere la minima traccia di grossolanità nel corpo o nella testa, il collie è un cane raffinato. Una testa profonda o corta sarebbe grossolana e squilibrata rispetto alla desiderata costruzione del corpo leggermente rettangolare. Un cane il cui corpo è quadrato o troppo lungo è sgraziato, il collie deve essere privo di grossolanità. Non dovrebbe avere gambe corte e tozze, poiché esse ridurrebbero la sua eleganza e la sua dignità. Gambe corte e tozze creano un cane dall’aspetto rozzo.

L'espressione è molto importante, ma non è il requisito più importante dello standard. Senza una testa corretta, non si può avere la vera espressione del Collie. E' quindi di grande importanza esaminare la correttezza della testa prima di poter valutare seriamente l'espressione corretta.

Temperamento

Fino a qualche anno fa gli allevatori spesso trascuravano l'importanza del temperamento a vantaggio della testa e dell’espressione, e c’é voluto molto impegno per migliorare la situazione. Non vi è utilità di sorta in un bel cane che ha paura della sua stessa ombra, o che è incapace di godersi la vita fino in fondo perché ha paura di superfici scivolose o di improvvisi e forti rumori.

Di recente, ad un’esposizione, mi è stato chiesto di non battere le mani in segno di apprezzamento per il vincitore di classe, con la motivazione che 'il Collie ha un udito sensibile e battere le mani avrebbe potuto disturbare i cani'. E' vero, il collie ha sviluppato un udito sensibile. Nel corso del suo lavoro di pastore è stato selezionato perchè possedesse un udito capace di individuare il belato di un agnello in difficoltà sprofondato nella neve. Doveva lavorare sotto una bufera di neve e durante una furiosa tempesta, quando domina l’ululato del vento. Tuttavia, egli è stato selezionato per aiutare quell’agnello, non per correre a casa del pastore a nascondersi sotto il tavolo fino a che il tuono non sia cessato e star fuori sia diventato più sicuro!

Il Collie non deve essere nervoso, né deve essere aggressivo. E' un cane sensibile che pensa prima di agire, è intelligente, ma non è nervoso. E' un abbaiatore per natura e per una buona ragione. Un cane silenzioso è solitamente un killer. Il lupo caccia in silenzio, lui non abbaia per avvertire la preda del suo avvicinarsi. Il latrato del Collie mentre lavora parla al suo gregge dicendo ‘sono qui per aiutarvi'! Quindi non possiamo aspettarci che i nostri cani stiano muti, dobbiamo aspettarci che siano sensibili, ma dobbiamo anche aspettarci che siano gentili e calmi da adulti.

Testa e cranio

C’era un modo di dire molti anni fa, "Un buon Collie deve essere come una bella donna, deve avere la testa di una signora". La 'testa di una signora' significa che la sua testa non deve mai apparire pesante, grossolana o goffa.

Le proprietà della testa sono di grande importanza, perché aiutano a distinguere una razza dall’altra. La testa deve seguire il profilo di un cuneo ben smussato, pulito ... questo significa che essa non deve MAI essere triangolare. Il cranio deve essere piatto e seguire una linea retta parallela al muso. Il cranio non deve mai aumentare in senso longitudinale rispetto alla linea del muso e il muso non deve essere ondulato lungo la linea superiore, né deve essere tagliato all'estremità.

Lo stop è molto importante, non dovrebbe essere profondo e neanche ben definito. Questa parte dello standard è molto chiara e non suscettibile di interpretazioni diverse. Lo standard di razza richiede uno stop leggero. Percettibile significa 'che può essere colto col cervello o coi sensi' ed essere percepito dai sensi significa che lo stop non deve essere evidente o facilmente individuabile, non deve essere così ben visibile da diventare una caratteristica della testa. Dovremmo notare che vi è uno stop, ma dovrebbe essere leggero. Uno stop profondo conferisce profondità alla testa, ma lo standard dice che la profondità del cranio non deve essere eccessiva. Uno stop profondo genera un triangolo invece di un cuneo. La testa deve armonizzare con il corpo, e il corpo deve essere leggermente più lungo dell'altezza al garrese, dando una forma rettangolare. Anche la testa deve quindi essere rettangolare con l’estremità del muso ben smussato e una mascella inferiore forte. Oggi si vedono molte mascelle deboli, profili ondulati, crani larghi e stop profondi. La testa deve essere soprattutto dignitosa per armonizzare con l'aspetto generale. Uno stop profondo genera un aspetto grossolano. Lo standard di razza del 1950 in realtà inserì le seguenti parole relative allo stop, 'non prominente'. Dobbiamo ricordare che la testa è di grande importanza, ma dobbiamo imparare a riconoscere e premiare una testa corretta, piuttosto che una testa che ci sembra 'graziosa' o 'alla moda', ma che in realtà non corrisponde allo standard. Molti giudici ed espositori di oggi si sono abituati a vedere teste più corte con stop più profondi, ed essendosi abituati a vedere queste teste più corte, essi pensano che la testa corretta é troppo lunga nella parte del muso.

Misurando la lunghezza della testa ricordiamo che uno stop correttamente piazzato è il centro di equilibrio e che il cranio deve essere misurato dallo stop all'osso occipitale. Dobbiamo anche ricordare che lo standard descrive un Collie completamente maturo, e che le teste hanno bisogno di tempo per maturare. Un cranio piatto e ben riempito non è formato solo di osso, esso è formato da muscoli. Quando la testa matura e la muscolatura si sviluppa, lo stop si accentuerà e un lungo stop spesso diventa più pulito, il cranio si allargherà e si appiattirà appena la muscolatura comincerà a riempirlo. Di conseguenza, uno stop leggermente più lungo su un cane giovane potrebbe diventare perfetto a tre anni. D'altra parte, uno stop perfetto in un cucciolo di nove mesi potrebbe essere troppo profondo quando è adulto. Allo stesso modo un cranio che è perfetto per un cane molto giovane, rischia di essere troppo ampio e grossolano da adulto. Sempre in considerazione dell'età del cane e del suo livello di maturità, chiedetevi, è corretto per l'età del cane?

La mascella inferiore è molto importante in quanto rifinisce l’ideale forma a cuneo della testa corretta, ma fornisce anche una base forte per i denti. Al collie viene richiesto di usare la mascella durante il suo lavoro, per esempio per tirar su giovani pecore dai fossati. I Collie mostrano spesso questo istinto naturale tirando delicatamente i vestiti, si tratta di una azione naturale per lui. Il collie deve avere una linea del labbro sottile, che segue la linea superiore del muso. Una linea del labbro cadente ricorda molto più un cane da caccia.

Occhi

Anche in questo caso, per comprendere compiutamente l'espressione 'conferire un’espressione dolce', dobbiamo tornare alle origini della razza. Un pastore al momento di scegliere il proprio compagno l'avrebbe desiderato naturalmente dolce. L'anima del cane è nei suoi occhi. La bellezza viene da dentro, e l'espressione deriva non solo dalla forma, dimensione, colore e posizione degli occhi, riceve luce anche dall'anima. Il collie fu scelto per vivere con il suo padrone, spesso da soli per settimane e mesi. Nessun pastore avrebbe scelto un cane con un occhio inespressivo, avrebbe piuttosto cercato un cane dal carattere dolce, e questa qualità si sarebbe riflessa sulla sua espressione. Dolcezza non significa pertanto 'grazioso' o 'sdolcinato', e c'é bisogno di ricordare che la vera espressione del Collie è anche descritta come piena di intelligenza, che il cane deve esprimere stando attento e pronto a muoversi? Anche la dignità dovrebbe riflettersi nella vera espressione, perché la dignità è un requisito fondamentale per l'aspetto generale di questa razza. Ricordate che il vecchio Pastore avrebbe guardato il cane negli occhi per trovarne l'anima e per scoprire certe qualità di spirito necessarie a fare il suo lavoro. Quando si cerca una spiegazione comprensibile di ciò che è richiesto ad una espressione dolce, dobbiamo ricordare la loro funzione originaria e non permettere che questa venga travisata; il Collie non è stato creato per illustrare scatole di cioccolatini!

Gli occhi devono essere piazzati obliquamente nel viso e per questo motivo le guance devono essere lisce e pulite, senza svasature e senza ossa sporgenti intorno alle orbite. Questa posizione permette una visione ottimale degli occhi e dà dignità all’espressione. A volte si vede un occhio molto piccolo, infossato e alcuni allevatori e giudici che premiano questo tipo di occhio. Hanno valutato perché l'occhio è piazzato così in profondità? E' perché la cavità oculare è deformata ed impedisce all'occhio di posizionarsi correttamente nell'orbita! Se l'occhio non può muoversi pienamente nell'orbita, può provocare una pressione sul cervello. Si dovrebbero evitare queste esagerazioni ed in ogni momento pensare in primo luogo alla salute della razza. Lo standard di razza dice: 'gli occhi non devono essere mai troppo piccoli'.

Orecchie

Permetteteci di ricordare che la funzione dell'orecchio del Collie è quella di catturare il suono, non di soffocarlo. Le orecchie devono stare sulla parte superiore del cranio, piegate per un terzo. E allora perché vediamo tanti Collie con le orecchie piegate a due terzi e piazzate come le barre di un manubrio su entrambi i lati del cranio? Questo rovina completamente l’aspetto dolce, attento ed intelligente del Collie ed indica inoltre che il cranio è troppo largo oppure cadente sui lati. Il cranio corretto crea una piattaforma su cui le orecchie possono piazzarsi.

Collo ed anteriore

Per comprendere appieno la struttura corretta del Collie bisogna studiare gli schemi che mostrano le corrette angolazioni. È possibile insegnare a se stessi a riconoscere il corretto equilibrio e gli angoli che formano le linee immaginarie sul cane da giudicare. Ciò è mostrato e spiegato in dettaglio nel mio seminario, ma non può essere descritto facilmente in questo breve articolo scritto. Il collo è molto importante ed è il fattore che dà il maggiore contributo nel creare il desiderato aspetto di dignità, esso inoltre contribuisce a creare il vero movimento caratteristico che è il tratto distintivo della razza. Pertanto, il lungo e ben arcuato collo del Collie è di importanza capitale. Permette al Collie di mantenere il torace e gli organi vitali liberi dal movimento delle zampe mentre lavora. Il collo deve essere muscoloso e forte.

L’ossatura deve essere moderata e forte, non dovrebbe 'consistere' di sottopelo denso e grasso! Gli arti anteriori devono essere diritti e muscolosi, se i piedi girano verso l'interno il torace è probabilmente troppo rotondo e se i piedi ruotano verso l'esterno la cassa toracica è probabilmente troppo stretta. La chiave per la costruzione di un buon anteriore è una buona gabbia toracica ovale. I quarti anteriori non sono collegati alla colonna vertebrale e alle costole da ossa, sono collegate da muscoli. Se le costole sono rotonde le spalle non possono poggiarsi comodamente contro la gabbia toracica e il cane agiterà i gomiti quando muoverà, perdendo potenza e stancandosi facilmente.

Corpo e Posteriore

Molti giudici sembrano misurare la lunghezza del corpo dalla punta della spalla, ma questo è completamente sbagliato. Il corpo si misura correttamente dalla parte anteriore del torace (sterno). La misurazione dalla punta della spalla è inutile in quanto se la spalla è troppo diritta il dorso sembrerà più lungo. Una groppa lunga creata da una spalla in posizione verticale sarebbe altamente indesiderabile in un cane la cui originaria funzione era quella di spingere le pecore servendosi proprio della sua spalla, lavorando in particolare su terreni sconnessi! Un cane correttamente costruito, che sia stato correttamente addestrato, è in grado di sviluppare una forte muscolatura, ma un cane mal costruito, anche quando é correttamente esercitato, avrà meno probabilità di sviluppare quella muscolatura e sarà portato a diventare grasso e flaccido.

Non confondere un cane con garretti a falce con un cane con garretti ben discesi e potenti. I due sono molto diversi, ma il garretto a falce è una caratteristica comune in molti rough Collie di oggi. Ricordate il garretto deve essere forte e potente, il garretto che si piega sotto il corpo manca di potenza e di forza.

Il collie non è un cane quadrato, ma non è neanche un cane lungo, è un cane con un perfetto equilibrio anatomico. La lunghezza del suo collo dall'osso occipitale alla punta della spalla, la profondità del suo torace dalla punta della spalla al gomito, e la lunghezza della sua gamba, dovrebbero essere tutte uguali. Il corpo dovrebbe essere leggermente più lungo quando misurato dallo sterno a glutei, della altezza dalla punta della spalla al suolo. La testa deve poggiare orgogliosamente su un collo lungo e arcuato, le orecchie devono essere piazzate davanti alla linea della parte anteriore del torace, e le sue zampe posteriori devono essere posizionate dietro la linea dei glutei per bilanciarlo.

Piedi e coda

Immaginate che cosa sarebbe correre lungo una spiaggia di ciottoli, senza le scarpe e correre invece sulla stessa spiaggia indossando scarpe da ginnastica ben fatte. Il piede corretto é essenziale per un cane da lavoro. Un cane con piedi buoni ha quasi sempre un’ossatura corretta!

Cerchiamo di non trovare scuse per la coda corta, la coda del Collie dovrebbe raggiungere almeno l'articolazione del garretto. E' ammissibile per un cane eccitato sollevare la coda quando si muove, ma il Collie non dovrebbe mai arricciare la coda sulla schiena come uno Spitz. Egli userà la sua lunga coda come timone quando si gira e per l'equilibrarsi.

Movimento

Il movimento è una caratteristica tipica della razza ed una assoluta solidità è essenziale. Il Collie manifesta le sue origini di cane da lavoro con il suo movimento tipico. Egli si muove con i piedi anteriori che toccano il terreno sulla linea di mezzo, lasciando un'unica traccia. Lo stesso standard non cita questo fatto, ma tutti i vecchi libri sulla razza ne parlano, essa è essenzialmente la forma meno stancante di movimento. Il collie non dovrebbe mai far oscillare i suoi gomiti in fuori (cosa che indica una cassa toracica circolare) non dovrebbe mai gettare i piedi verso l’esterno, incrociare o rullare. La sua linea superiore deve rimanere a livello. Pensate ad un cigno che nuota in un ruscello, noi lo vediamo muoversi con grazia perfetta, ma sotto l'acqua le sue gambe stanno lavorando. Ecco come dovrebbe apparire un Collie in movimento. La sua linea superiore deve rimanere a livello, ma le gambe sono in movimento. Egli non dovrebbe mai mostrare di sforzarsi, i suoi movimenti devono essere armoniosi e leggeri, senza sforzo. Egli deve essere in grado di cambiare direzione su una monetina! I garretti devono rimanere paralleli dall’articolazione a terra mentre si muove al piccolo trotto, ma in velocità i piedi convergono e si muove su una singola linea mediana, in armonia con le zampe anteriori. Se il Collie si muovesse al gran trotto su una spiaggia umida, ci dovrebbe essere solo una serie di impronte! Nel Collie che muove correttamente, si dovrebbero facilmente vedere due triangoli di luce, il primo si forma tra i piedi anteriori e il secondo triangolo di luce si forma tra le zampe posteriori. Il cane mostrato nella foto di seguito mostra perfettamente il movimento tipico della razza. Si può vedere come è fluido il suo movimento e come i suoi piedi quasi non toccano terra!

 

Per finire citerò il colore perché sembra esserci qualche discussione su ciò che costituisce il corretto modello di distribuzione del bianco nel Collie. Lo standard di razza non dice che piccole macchie bianche sul corpo sono indesiderabili, non le cita affatto. E non le citava lo standard di razza del 1969, neanche quando stilava un elenco di difetti. Però esso ci dà un elenco di 'opportune' marcature bianche. Alcuni giudici ed allevatori ritengono che il bianco non sia consentito all'interno della coscia, ma lo standard dice che le zampe possono essere bianche. Non dice che solo le zampe anteriori possono essere bianche, dice che le zampe possono essere bianche! Perché vogliamo cambiare questo? Esso dice anche che la prevalenza del bianco è altamente indesiderabile. Prevalenza significa semplicemente più del 50% e quindi un Collie con più del 50% del suo corpo bianco, è altamente indesiderabile. Tuttavia, è bene ricordare che lo standard di razza contempla anche in un Collie Blu Merle con un mantello grigio ardesia, le grandi macchie nere, o una sfumatura ruggine sul pelo o sul sottopelo, una gradazione dei fulvi crema o paglierino, o in un Tricolore con le sfumature ruggine sul pelo, tutte anch’esse altamente indesiderabili. Molti giudici perdoneranno questi difetti, ma non ammetteranno un Collie con del bianco lungo la coscia (ammesso invece dallo standard) o un Collie che abbia piccole macchie bianche sul corpo (non citate nello standard e neanche mai indicate come difetto).

Forse è giunto il momento di dare le giuste priorità!