Ultimo aggiornamento:
02.10.2018 14.49
 
   
 
 
12 novembre 2016
ENGLISH
 

rough e smooth collie ... dove stiamo andando?

di  Jenny Baker

 

Il rough collie mostra, da fermo, una impassibile dignità. Lo smooth collie, l’abile atleta completo. Mi tornano in mente i giorni in cui il collie era grande in questo paese, giorni che riesco a ricordare ... Campioni provenienti da tutto il mondo come Romsey of Rokeby, il Camp. ingl. Ingeledene Late Night Love, il Camp. Braeden Show Dancer, il Camp. aust. e ingl. Little Ceasar at Corydon, il Camp. aust. e ingl. Corydon Handsome Hero, il Camp. ingl. Karava Kornishman, il Camp. ingl. Sylbecq Draught Guiness at Foxearth, il multi-camp. Sandcastles Truth or Dare, il multi-camp. BellPeppers Datapen ... questi sono solo alcuni dei grandi che mi tornano subito in mente quando penso ai collie che rappresentano per me il corretto, universale tipo che considero desiderabile nella razza.

Esistono oggi in esposizione collie che assomigliano, anche lontanamente, a questo tipo corretto di collie? Sembra che siano in minoranza, o semplicemente non vengono esposti oggi sui ring delle esposizioni di bellezza? Se è così, vorrei chiedere, perché no?

Sembra che il rough e lo smooth collie siano in declino, ciò risulta evidente soprattutto negli ultimi 10-20 anni. In questo periodo abbiamo perso alcuni dei nostri allevatori più esperti ed influenti, come Zora Mitchell (Braeden), Glad Osbourne (Glendallo) e Maureen Rollason (Maurville). Questi nomi dovrebbero essere familiari a tutti gli appassionati di collie australiani. Queste donne e numerosi altri avevano a cuore la razza ed allevavano regolarmente cani favolosi, e tutti loro si prendevano il disturbo di fare da guida agli altri. Sempre in questo periodo ci sono stati cambiamenti alle leggi sulla detenzione degli animali. Per questo motivo, allo stato attuale, sono di meno e quasi inesistenti gli allevamenti di grandi dimensioni, mentre ci sono per lo più allevamenti amatoriali di piccole dimensioni.

Come allevatrice e giudice, lo ammetto, sono preoccupata. Direi che vi è una evidente mancanza di conoscenza del piano di istruzione degli all-rounder. Dato che lo schema di addestramento dei nostri giudici è essenzialmente un programma di auto-formazione, ogni giudice è così diligente come forse dovrebbe essere? Quando la smetteremo di dire in perfetto stile australiano “Basterà”? Un Challenge Certificate stabilisce con chiarezza che “questa esposizione è di notevole importanza”, sicuramente è in questa che abbiamo bisogno di far pratica.

E’ importante notare che uno studente può imparare soltanto ciò che gli viene insegnato. Se la qualità dei cani che esponiamo non arriva a soddisfare gli ideali dello standard, allora, in qualità di allevatori/espositori, che cosa stiamo insegnando ai giudici? Chi corregge quelli che sbagliano? Sono sicura che alcuni giudici si offenderanno per questo, non mi scuso, spero solo di far crescere in ogni giudice la consapevolezza di ciò che le sue azioni stanno facendo alla mia razza e senza dubbio anche ad altre.

All’espositore di oggi, novizio o esperto. Quante volte  prendi in mano lo standard di razza, guardi il tuo cane, piazzato e in movimento, e lo giudichi severamente? Questo é per me una parte integrante dell’esporre un cane. Essere onesti su ciò che ti sta davanti. Noi tutti sappiamo che i cani hanno difetti e che non esiste un cane perfetto. Secondo me la sfida di allevare ed esporre sta nel fornire al giudice il miglior esempio possibile della razza e di sapere come e se tali caratteristiche si confrontano con lo standard di razza. I pregi superano i difetti? Avete una foto del vostro collie preferito, quello che forse non avete mai visto nella vita reale ma è stato giudicato dagli specialisti come un collie eccezionale? Trovate una foto di quel cane, poi una foto del vostro cane e guardatele. Ci sono forma e struttura? Se potete rispondere di sì, allora è fantastico. Se rispondete di no, allora forse avete bisogno di riflettere sul perché esponete ancora questo cane. L'accettazione della mediocrità non potrà mai migliorare la razza. Se gli espositori non allevatori sono disposti a mostrare esempi non corretti della razza, altri si metteranno ad allevarli e a cederli ad ignari appassionati. Conviene essere accurati quando ci si documenta.

Agli espositori, novizi o esperti. Siate esigenti con il vostro allevatore. Se avvertite che la qualità dell’animale che vi è stato venduto come una speranza da esposizione non corrisponde allo standard, parlate con il vostro allevatore o chiunque altro crediate sia bene informato. Un espositore di successo non potrà mai accettare di portare in gara un cane di secondo livello; è altrettanto costoso nutrire un buon cane che un animale da compagnia. Non sto dicendo di non amare quelli che sono privi di qualità, sto dicendo di non esporli, invece imparate da loro. Ogni volta che camminate sul ring, state mettendo in mostra voi stessi e il canile del vostro allevatore, perché non renderlo un grande spettacolo?

L'allevatore è al centro del decadimento di una razza. In qualità di custode della razza e del suo standard, l'allevamento dovrebbe comprendere un programma di miglioramento continuo. La conoscenza della razza è di primaria importanza! Chiunque può possedere un maschio e una femmina e permettere loro di produrre cuccioli senza pensare a ciò che può venir fuori, questo lo rende un allevatore? Che cosa è un allevatore? Un allevatore è un appassionato, studia lo standard della razza ed i pedigree, e raccoglie tutte le informazioni possibili sulla razza. Un allevatore guarda la qualità dei cani che possiede e valuta gli aspetti positivi e negativi di ogni singolo animale. Un pensiero continuo viene riposto nella generazione successiva. Potrei continuare a sostenere l'importanza dell’allevare, tuttavia su internet è disponibile una grande quantità di informazioni.

Sono così delusa per la qualità complessiva della nostra razza. Sento che lo smooth è probabilmente in una posizione migliore rispetto al rough, soprattutto a causa del minor numero di soggetti allevati. Per quanto tempo ciò andrà avanti, Dio solo lo sa, per quanto la mancanza di numeri sia già un problema di per sé. Sono sicura che ad alcuni questo sembrerà un atteggiamento non obiettivo e prevenuto, tuttavia pensate a quello che sto scrivendo prima di fare qualsiasi ipotesi. Quello che sto cercando di far capire alla stessa maniera ad allevatori, espositori e giudici è che il rough collie si è guastato e continuerà a guastarsi come razza fino a quando tutti noi non iniziamo a essere onesti con noi stessi. Sembra che la mediocrità sia una malattia che si sta propagando nel mondo dei cani.

Qui aggiungerò che non sto parlando di un “tipo” di collie. Come sanno coloro che mi conoscono, ho amato e amo le mie linee inglesi/europee, altri preferiscono le linee americane, tuttavia un collie autenticamente di qualità, cioè corretto sia nel corpo che nella mente, sarà sempre l'obiettivo più importante.

Sento spesso utilizzare il detto: la forma segue la funzione. Il collie è un cane da lavoro, pertanto, dovrebbe essere corretto nel movimento tipico della razza, con la capacità di muoversi senza sforzo, senza eccessi. Tuttavia anche in un canile posso trovare un cane corretto. Un cane corretto, e un cane che si muove nel modo tipico del collie, non sono necessariamente la stessa cosa, per quanto i collie che muovono con un'azione leggera e senza sforzo saranno corretti e tipici.

Il tipo di razza è di primaria importanza. Un collie attrae immediatamente come un cane di grande bellezza. Oggi vedo sul ring così tanti collie privi di ciò che dovrebbe essere essenziale a quella che era conosciuta come “la più bella” di tutte le razze. Le qualità della testa e la forma del corpo sono ciò che lo rendono un collie. Siate sicuri su ciò che costituisce una testa di qualità, dopotutto lo standard è abbastanza chiaro sulle proprietà della testa. La cosa importante per me è “MAI grossolano”, questo non significa che dovremmo allevare o esibire cani dall’ossatura leggera, o dalla costituzione delicata, l'equilibrio è essenziale. “Mai”, come definito nel dizionario, significa: mai; in nessun momento; in nessuna misura o grado. Possiamo applicare tali definizioni allo standard di razza attuale? Per me “Mai” va letto alla stesso modo di un difetto, un collie grossolano è automaticamente NON tipico. Uno stop lieve ma percettibile, parliamo di stop e non di sopracciglia, e come giudice non dovrei studiare la testa da vicino e fisicamente per trovare lo stop, dovrebbe essere evidente dal centro del ring, tuttavia non dovrebbe essere una parte talmente evidente della testa da attirare immediatamente lo guardo. Piani paralleli, la parola “parallelo” viene definita come: “l’uno accanto all’altro, e che mantengono costantemente la stessa distanza tra loro”. Gli occhi, insieme al posizionamento corretto dell’orecchio, contribuiscono notevolmente all’espressione “assolutamente importante” del collie, che lo standard descrive come “dolce”.

Per quanto riguarda la forma del corpo, ho notato che molte persone hanno difficoltà con la lunghezza del corpo. Lo standard del collie afferma: “leggermente più lungo che alto”. Generalmente con ciò ci si riferisce a proporzioni del corpo di 9:10. La lunghezza del corpo viene misurata dalla punta della spalla alla groppa. Sia chiaro, stiamo misurando la lunghezza del corpo, non la lunghezza del dorso. Un animale ben angolato potrebbe apparire più corto sul dorso rispetto ad alcuni animali che appaiono più lunghi ma sono privi di angolazione, e lo spero bene. Cerchiamo di essere chiari, la linea dorsale è composta da tre sezioni, il dorso, i lombi e la groppa. La lunghezza del corpo viene misurata dalla punta della spalla alla groppa. Sì, lo so che mi ripeto, ma voglio che ciò sia molto chiaro, poiché sembra creare qualche confusione. La solidità del corpo corrisponde a una linea dorsale ferma, e questo accade perché l'animale che ha delle buone costole dorsali ed é corto di lombi, ha gli organi di supporto essenziali corretti per essere un forte cane da lavoro. Si richiedono angoli anteriori e posteriori moderati; una maggiore angolazione non è preferibile, è scorretta altrettanto quanto una mancanza di angolazione. Una lunghezza moderata del collo si ottiene da un scapola ben inclinata. Una spalla in posizione perpendicolare accorcerà il collo, e il profilo del collo è essenziale per una razza che deve mostrare da ferma una impassibile dignità. Imploro tutti gli allevatori di studiare l’anatomia di base del cane, anche in questo caso ci sono molti articoli e libri sull'argomento.

In merito alla questione delle dimensioni. Facendo ovviamente riferimento al tipo, quelli che vengono esposti oggi sono collie in taglia, di taglia superiore o anche, di tanto in tanto, di taglia inferiore. Lo standard stabilisce che le femmine dovrebbero essere 20"-22" e i maschi di 22"-24". Una volta un famoso giudice di tutte le razze, dopo che avevo messo in discussione la decisione che aveva preso (quel giorno ero un assistente, e curiosa), mi disse che un cane che non rientra nella taglia standard è un problema altrettanto grande dal punto di vista dell’allevamento quanto qualsiasi altro difetto. La taglia è la caratteristica meno soggettiva dello standard. Pensateci, se siete preparati ad accettare nel vostro programma di allevamento un animale che è al di sopra o al di sotto della taglia, quali problemi pensate che si verificheranno nelle generazioni future? La taglia non è suscettibile di interpretazione.

Così ho preso in esame quelli che sono per me alcuni elementi CHIAVE che rendono un collie di qualità. In questo articolo sto cercando di far riflettere i giudici, gli espositori, e soprattutto gli ALLEVATORI, sulla qualità dei cani che stanno premiando/esponendo/allevando. Io per prima sono stufa e stanca di sentire come la razza che amo da una vita difetti nelle qualità tipiche e si stia deteriorando velocemente. Come custode della mia razza, non posso più rimanere in silenzio. Ai giudici, voglio dire, "BASTA premiare cani di qualità insufficiente e siate onesti nelle vostre valutazioni". Troppi di noi sono accusati in questi giorni di essere disonesti o incompetenti. Difendiamo ciò che facciamo e continuiamo a studiare. Noi non sappiamo tutto.

Quanto agli allevatori, SMETTETELA di essere così suscettibili. Sono così stufa di sentire che un altro allevatore ha fatto critiche sprezzanti su un cane. E con ciò? Date un'occhiata al cane. Sono critiche vere o si tratta di pura invidia? Essere aperti alle critiche può essere un’importante esperienza di apprendimento, se si è disposti a rifletterci su. SMETTETELA di accoppiare cani con problemi evidenti, a meno che non vi stiate sforzando di migliorare la vostra linea attuale. Ammetto che ci sono alcuni difetti di struttura che non posso accettare. Li ho avuti e sono sicura che li avrò ancora. Imparate da quelli che non diventano i cigni che abbiamo sperato.

Voglio che chiunque legga ciò apra la propria mente e pensi a quelle che stanno diventando le conseguenze a lungo termine per la razza. Questi sono solo i miei pensieri sullo stato attuale della nostra razza in Australia. Come custode del collie, voglio vedere la nostra razza migliorare. Un sacco di volte ho pensato di allontanarmi dalla razza. Molto più facile a dirsi che a farsi. Invece mi batterò. Non voglio accettare la mediocrità e nonostante che il più delle volte mi senta come se stessi sprecando tempo, denaro e fatica, andrò avanti.

E tu sei un custode?