Ultimo aggiornamento:
02.10.2018 14.49
 
   
 
 
11 maggio 2016
 

il collie bianco "colombiano"

di  J. M. Murphy e altri

 

from The Dog Fancier, 1916-7 - Digitized by Google. Original from University of Michigan. Courtesy of Hathi Trust

 

Quasi esattamente un secolo fa, intorno al 1916, a qualcuno, in America, venne l'idea di fare del collie due razze distinte, almeno dal punto di vista espositivo, separando quelli dai colori normali da quelli bianchi (specie quelli a testa colorata) e dando a questi ultimi un nome per distinguerli da tutti gli altri.

“COLUMBIAN COLLIE”, volevano chiamarli, dando alla parola “Columbian” il significato di “americano”, dimenticando, però, che i collie bianchi non erano una creazione americana, ma erano arrivati, come tutti gli altri, dall’Inghilterra.

Naturalmente, dopo molte, lunghe ed inutili discussioni, non se ne fece nulla, perché alla fine il buon senso prevale sempre.

Quelli che seguono sono una serie di commenti lasciati sui giornali del tempo da allevatori e specialisti del Collie bianco, che meglio spiegano i vari punti di vista. (Lucio Rocco)

 

J. M. Murphy (St. Louis, Missouri)

A partire dall’istituzione, nella nostra ultima esposizione dell’8 Aprile 1916, di classi separate per i Collie bianchi, ho ricevuto un bel po' di corrispondenza da parte degli allevatori di questa varietà, da cui ho concluso che la maggior parte di loro, specie quelli di maggior successo con i Collie da show, sono favorevoli ad esemplari dal corpo bianco con marcature colorate sulla testa. E' opinione generale che non si può avere la tanto desiderata "espressione" in un Collie dalla testa bianca più di quanto non la si possa avere in un Fox Terrier o in un Boston. Poiché in questo momento ci sono molti allevatori interessati a questa varietà, ed altri se ne aggiungono, ho pensato che potrebbe essere un bene dare a questa varietà un nome distintivo, in quanto non possono essere chiamati Collie "Bianchi".

Poiché non è possibile dare loro un nome descrittivo, in quanto il colore delle marcature può essere sabbia, nero focato, o blu, la parola "Columbian" sembra la più appropriata. Non riesco ad immaginare cosa si potrebbe obiettare chiamando "Columbian Collie" questa particolare varietà, il cui allevamento é stato incoraggiato solo negli Stati Uniti. Mentre è fortemente auspicabile che i cani di questa varietà abbiano il corpo bianco con le sole marcature colorate sulla testa, tuttavia non dovrebbe essere vietato ai cani con macchie sul corpo di entrare in quelle classi, a patto, però, che il bianco sia predominante.

Si é affermato, da parte di numerosi allevatori che hanno frequentato alcune delle grandi esposizioni, che quando vengono presentati Collie bianchi o pezzati, i profani mostrano più interesse per questa varietà che per tutte le altre. Questa affermazione si adatta con precisione al mio caso. Ho iniziato ad interessarmi al Collie vedendone uno bianco a testa sabbia in una mostra del Mississippi Valley Kennel Club, ed il mio primo acquisto è stato una femmina bianca con la testa colorata ed una macchia alla radice della coda. Questa cagna era stata chiamata Piebald Fanny a causa del suo colore, ed era mia intenzione, se possibile, di allevare bianchi puri. Tuttavia, dopo essermi guardato intorno per trovare un maschio adatto, e dopo aver parlato con alcuni allevatori di esperienza, ho capito ben presto perché il collie bianco non é diventato popolare presso gli allevatori di Collie di qualità espositiva. Questa cagna era un discreto esemplare, essendo nata da genitori sabbia e bianco, ma non era di qualità espositiva, e poiché era mia intenzione allevare un ceppo da esposizione, me ne sono liberato ed ho comprato alcune femmine sabbia e bianco. Ora, negli ultimi due anni, ho notato che un bel po' di allevatori hanno cercato di produrre Collie da esposizione che non avessero quelle caratteristiche negative generalmente presenti nei ceppi di Albini; ma essi insistono a chiamare “White Collie" cani dalla testa colorata e con marcature sul corpo. E' ovvio che questa varietà non può essere chiamata correttamente “White Collie", quindi, se vogliamo rendere popolari gli esemplari multicolore, sarà necessario dar loro un nome distintivo. Vorrei che qualche allevatore commentasse questo suggerimento attraverso le colonne del vostro utile giornale.

K. M. W. Tack (North Wilkesboro, North Carolina)

I Collie bianchi stanno rapidamente guadagnando seguaci tra i proprietari e gli allevatori di “veri” Collie, ed è molto gratificante sapere che l'attuale proprietario del famoso vincitore merle, Alstead Gentian, si sta attivamente interessando ad essi, così come anche il proprietario dell'altrettanto famoso Honeybrook Hector.

A causa dei ben noti e ben meritati pregiudizi contro il tipo ordinario di Collie bianco, è stato suggerito, da uno degli uomini più influenti del Collie, che il tipo da esposizione dovrebbe essere classificato sotto il nome di "Columbian Collie". Si è proposto di rendere la classificazione sufficientemente ampia da includere tutti i Collie con prevalenza di bianco, ma, a parità di ogni altro carattere, di dare la preferenza a quelli che hanno il corpo tutto bianco e la testa con marcature colorate. In un primo momento l'idea di un altro nome non mi è piaciuta, ma alcuni degli argomenti a suo favore sono abbastanza degni di considerazione. Non è lontano il tempo in cui una classificazione dovrà essere fatta, e questo è il momento buono per risolvere la questione. Sarebbe apprezzata l'opinione di chi è interessato.

Geo. J. Guenther (Laona, Wisconsin)

Ho notato negli ultimi “FANCIER” l'idea di etichettare il white collie come “Columbian”. Non ho obiezioni ad una nuova definizione, ma, a mio parere, il nome Columbian Collie non è il nome giusto. Colombiano o americano è lo stesso, ma ce ne sono tanti e sono altrettanto belli e di buon tipo qui come in Inghilterra, anche con marcature sabbia sulla testa ed il corpo bianco puro. Ho una cucciolata per dimostrarlo: il padre é Greystone White Emigrant, 195.415 A.K.C., che ora è di nuovo in Inghilterra, ma la sua progenie, non sarà la stessa in Inghilterra come in America? E non è lo stesso per Bayard of Melton? Non produce forse la stessa qualità, lo stesso colore nelle cucciolate nate in Inghilterra, come in quelle nate qui? Lui è sicuramente un tipo ideale di Collie, così come Greyston White Emigrant. So che ci sono un buon numero di “cose” bianche o cani bianchi in questo paese che non sono degni del nome Collie. Ma se vogliamo classificare il Collie bianco dobbiamo esigere una loro foto, così come sono, al naturale, senza essere ritoccate. Se qualcuno diffida di White Cloud Majesty, sarò lieto di inviargli una foto con una dichiarazione giurata da parte del fotografo.

Mrs. D. A. Farwell (Houghton, New York)

Molti tra coloro che allevano Collie bianchi hanno chiesto il mio parere sul nome "Columbian". Ora, se si può trovare spazio, vorrei dir loro queste poche parole attraverso il “FANCIER”. Quando una persona predica troppo su un argomento, è un sicuro segnale dell’avvicinarsi della follia o della vecchiaia. Io non esprimo giudizi neanche su me stessa, per cui non ho nulla da dire a riguardo.

Z. C. Ingersoll (Stratford, Connecticut)

Assistiamo a notevoli discussioni sulle colonne del “FANCIER” circa la modifica del nome da “White Collie” a "Columbian Collie". Vorremmo dire che il nome “White” é corretto; il nome “Columbian” sarebbe fonte di confusione per coloro che non hanno familiarità con il Collie bianco e per chi li compra come animali da compagnia, e richiederebbe un notevole scambio di corrispondenza per le spiegazioni, per cui noi suggeriamo di lasciare il nome così com'è.

Stiamo attualmente lavorando con lo scopo di migliorare il tipo nei Bianchi, accoppiando stalloni bianchi con femmine sabbia e bianco del tipo da esposizione. Abbiamo tipi da esposizione sia nei maschi che nelle femmine, ma con teste sabbia. Ci auguriamo nel prossimo futuro di produrre un collie tutto bianco che dia grandi soddisfazioni. Uno dei nostri stalloni ha vinto il secondo premio in due esposizioni dove non c'erano le classi, tutti i maschi erano giudicati insieme. E' stato battuto in entrambe le occasioni da un meraviglioso maschio tricolore, ma, anche se è arrivato secondo, siamo convinti che lui è un cane di altissima qualità. Lasciamo che tutti gli allevatori di Collie bianchi lavorino insieme per il bene della razza e dopo produrremo Collie completamente bianchi di cui essere orgogliosi.

O. N. Rudd (Windham, Ohio)

Per dieci anni abbiamo allevato ciò che chiamavamo “White Collie”, ed ora sembra che qualcuno voglia chiamare questa varietà di cani con qualche altro nome. Anche se taluni preferiscono i Collie dal corpo bianco con marcature sabbia sulla testa, perché impedire che vengano chiamati “White Collie”? Se non sbaglio, qualcuno scrive che il Collie tutto bianco è una cosa del passato. Ora, questo tipo di discorso non piace affatto ad altri, ed io appartengo a quest’ultima categoria. E’ chiaro che scrivo questo con spirito amichevole e non desidero in alcun modo provocare conflitti o rancori, ma per anni i nostri clienti sono stati disposti a pagare per un cucciolo o per un cane adulto tutto bianco più di quanto avrebbero pagato per uno con le marcature sabbia e mi sembra che non sia affatto giusto imporre che ciò che abbiamo chiamato “White Collie” per tutti questi anni, debba ora essere chiamato in un altro modo.

Concordo senza alcuna difficoltà sul fatto che molti hanno selezionato badando troppo al colore a scapito della qualità; ma per coloro che hanno speso molto tempo e denaro per produrre un Collie tutto bianco di qualità, non è giusto cercare di cambiarne il nome in qualcos'altro. Io sono d'accordo che ci sono alcuni che dicono che un Collie con il corpo bianco e le marcature sabbia sulla testa é più bello ed ha un'espressione migliore rispetto a quelli completamente bianchi, ma ciò non significa che tutti la pensano allo stesso modo, e fino a quando ci sarà richiesta di collie dal mantello tutto bianco ed essi porteranno più soldi, perché non continuare a produrli?

Come ho detto prima, in troppi hanno allevato solo per il colore e il paese è stato invaso in una certa misura da cuccioli con grosse teste di montone ma, poiché erano bianchi, la gente li ha comprati, ma il pubblico é sempre più informato sui problemi del Collie, e credo davvero che la domanda sarà di gran lunga superiore per il giusto tipo di Collie nei prossimi dieci anni, più che negli ultimi dieci.

Abbiamo spedito cani o cuccioli in quasi tutti gli stati e anche in Canada, Messico e Inghilterra, ed è molto raro che essi non abbiano dato una assoluta soddisfazione; ma come ho detto prima, quelli completamente bianchi sono quelli che spuntano il prezzo migliore, e allora quale è l’utilità di tornare indietro cercando di allevare quelli con marcature sabbia?

Attualmente abbiamo due stalloni, uno tutto bianco e l'altro con marcature sabbia sulla testa. Ora qualcuno potrebbe chiedere perché teniamo ancora quello con marcature sabbia. La ragione è che ha la qualità che desideriamo e che dà un gran numero di cuccioli completamente bianchi. Questo articolo non serve per scopi pubblicitari, per cui non citeremo alcun nome; paghiamo, per il nostro spazio, altrove in questa rivista.

Per qualche tempo non abbiamo pubblicato nulla nella sezione Collie di questo mensile, perché abbiamo avuto prenotazioni per tutti i cuccioli prodotti e siamo stati al lavoro per tutto il tempo, anche se ovviamente abbiamo letto con interesse ciò che altri stavano facendo; ma questa idea di trovare un altro nome per il collie bianco perché alcuni preferiscono quelli con la testa sabbia, mi spinge ad esprimermi su questo tema. La mia opinione non si spinge oltre, ma spesso ci si sente sollevati dopo aver fatto conoscere ai propri amici la nostra opinione su questioni di questo tipo.

S. J. Twyman (Louisville, Kentucky)

E' con grande interesse che ho letto le diverse opinioni riguardo ad un nome per il Collie bianco. Possedere un Collie bianco non significa molto, ma possedere un Columbian Collie o qualsiasi altro nome gli si voglia dare, ha un notevole significato. Qualcosa di diverso da un normale Collie. Dato che nessun nome potrebbe essere dato al collie bianco migliore di "Columbian" Collie, non vedo alcuna ragione per cui tutti coloro che si oppongono ad esso non dovrebbero fermarsi a riflettere su cosa significa possedere un "Columbian Collie”, invece di possedere solo un Collie.

Qualsiasi nome, dato ad un qualsiasi prodotto, ne aumenterà l'interesse ed il valore.

Come allevatore, negli anni passati, del più grande canile di Collie bianchi del mondo, ora appartenente a Mr. Stuart di Corbett, NY, per la mia passata esperienza nel campo della pubblicità, e la mia esperienza nel settore di cui ora mi interesso, trovo che un nome dato ad una qualsiasi particolare linea di prodotti, aumenta il valore e l'ammirazione verso gli stessi.

E’ arrivato il momento, per tutti gli allevatori di Collie specializzati nel Collie bianco, di adottare per i loro Collie un nome che abbia un significato. In seguito ne sarete orgogliosi, perché il collie bianco di oggi non è il collie bianco di domani, e perché è molto più facile progredire velocemente con la linea di allevamento del collie bianco, manca poco, ormai, prima che il Collie bianco arrivi alla perfezione.

Pensateci, colleghi allevatori che vi opponete ad esso. Riflettete sui vantaggi di chiamarli in maniera diversa dalla massa e non potrete fare a meno di apprezzare quanto vi sentirete bene sapendo di possedere un "Columbian" Collie invece di un comune Collie. Credo che voi e tutti gli altri appassionati che discutete su questo punto, sarete d'accordo sul fatto che ho ragione.

Gentili lettori, se avete una vostra opinione, fatecela sentire attraverso “THE DOG FANCIER”, poiché è da opinioni diverse che si realizza il progresso di qualsiasi cosa.

 
Rights Information. The digital images and OCR of this work were produced by Google, Inc. (indicated by a watermark on each page in the digital object). Google requests that the images and OCR not be re-hosted, redistributed or used commercially. The images are provided for educational, scholarly, non-commercial purposes.